• +39 329 26 75 293
  • info@mianonnanonlocapisce.com

Link Building e Wikipedia: lo strano rapporto

E' ormai noto che agli occhi dei motori di ricerca Wikipedia è la fonte di informazioni più autorevole in assoluto. Ma non è tutto oro ciò che luccica infatti probabilmente c'è qualcosa che non sai sulla più grande enciclopedia del mondo.

link building e wikipedia

Link Building e Wikipedia: lo strano rapporto

Vincenzo Calicchio No Comment



Il rapporto di Amore-Odio tra Link Building e Wikipedia è già stato trattato su questo blog in questa Guida a come fare Link Building su Wikipedia, ma sicuramente la complessità del tema e le varie e discordanti teorie in gioco rendono necessario approfondire l’argomento. Avete mai sentito di Wiki-Pr? Andate avanti nella lettura e ne scoprirete delle belle!

Lo scandalo Wiki-PR

Non ebbe grande risonanza in Italia la notizia che nel 2013 Wikipedia si vide obbligata a cancellare 250 profili di editor della piattaforma, ciò perché questi approfittavano della visibilità del portale per promozionare imprese in cambio di denaro (dunque una vera e propria attività di Business..ed a quanto pare anche lucrativa!)

Il caso di Wiki-PR ha suscitato una grande polemica intorno a Wikipedia, facendo nascere ancora una volta dei dubbi in merito alla neutralità delle informazioni. Wiki-PR è (o era?) una impresa con sede negli USA ad Austin, Texas e che ha creato e modificato voci della libera enciclopedia per circa 12 mila clienti. Data la visibilità di Wikipedia, che appare sempre tra i primi risultati in SERP e che è unanimemente ritenuta una fonte attendibile (soprattutto da Google), l’informazione che appare nella piattaforma riferita ad un determinato prodotto/servizio genera una ottima immagine per il brand oltre che essere il sogno di tutti coloro si occupano di link building come si vede dall’analisi del dominio (di cui tra l’altro non ce n’era neanche bisogno!).

ranking wikipedia

Tale agenzia specializzata si presentava come “manager di pagine” di Wikipedia e su Twitter scrivevano “Non dovrai mai più preoccuparti di Wikipedia..” ed a quanto pare è stata operativa dal 2010.

Lo scandalo Wiki-PR fu di tale portata che è normale domandarsi quali erano all’epoca i meccanismi di filtro di Wikipedia e quali sono oggi. Infatti l’agenzia non solo aveva con se profili di editor della piattaforma, ma assicurava di possedere anche profili di amministratori (ed è ben nota la difficoltà nel diventare un Admin di Wikipedia), una figura che oltre a modificare pagine, è capace di:

  • Espellere utenti minori,
  • Eliminare pagine e contenuti,
  • Evitare cyber-vandalismo.

Non si tratta di dipendenti di Wikipedia ma si tratta di volontari come tutti gli altri, volontari che sono considerati più attendibili vista la loro storia di affidabilità sulla piattaforma collaborativa.

I clienti pagavano tra i 500 ed i 1000 dollari per la creazione di una pagina, più una mensilità di 50 dollari per veder “vigilato” il proprio link ed i propri contenuti. Ma queste tariffe non sono le uniche che si conoscono per questo tipo di servizi giacché esistono (esistevano?) altre imprese che guadagnavano a partire da Wikipedia. Per esempio MyWikiPro crea contenuti su richiesta per circa 300 dollari. Sebbene affermano di scegliere attentamente i propri clienti e di scartarli nel momento in cui non hanno abbastanza informazioni, anche in questo caso si va contro la policy di Wikipedia.

Il rapporto tra Wikipedia e la Brand Reputation

Nelle policy di Wikipedia un conflitto d’interessi viene definito come:

Contribuire per promozionare gli interessi di alcuni individui, gruppi, imprese o entità di qualsiasi tipo.

Quindi il confine tra difesa di un brand (o di una persona) ed un conflitto d’interessi è molto labile.

La reputazione online (che ho già avuto modo di trattare in questo articolo su Sasha Grey) è la immagine che un brand o una persona ha nel web. Moltissime agenzie specializzate in web marketing offrono servizi di questo tipo, per i quali avere una voce su Wikipedia (e curarla) può risultare determinante in quanto il più delle volte occupa la prima o la seconda posizione nei risultati di ricerca e si sa che oggi più che mai se per Google non esisti allora forse davvero non esisti.

Ovviamente ben diverso è il caso tra personaggi (o prodotti) già noti e quelli non noti al grande pubblico. Per i primi il lavoro di reputazione del brand su Wikipedia si può dire che è puramente difensivo, ovvero sorvegliare, modificare ed avvisare di eventuali alterazioni a proprio sfavore. Mentre per chi la propria reputazione la sta costruendo, Wikipedia può risultare un ottimo trampolino di lancio soprattutto in ottica di Link Building. Infatti quello che conta di più in tale strategia  non è il numero dei link, bensì la loro qualità. Meglio 1 solo link da una fonte autorevole come Wikipedia che 100 link da siti irrilevanti, anzi una crescita improvvisa di backlink di scarsa qualità è in odore di penalizzazione.

Un esempio nostrano è quello della voce “Scrittura collettiva”  di Wikipedia che presenta tra le note finali un link alla Startup napoletana Intertwine che appunto si propone di creare opere multimediali in maniera collaborativa. Magari tale link non porterà tanto traffico alla piattaforma (per tale voce ci sono circa 90 ricerche mensili), ma agli occhi di Google vale tanto.

Fare link building su Wikipedia oggi

A mio modesto parere per fare link building su Wikipedia non c’è bisogno di spendere un occhio della testa ed affidarsi a pseudo guru d’oltreoceano. Basta infatti monitorare le pagine di nostro interesse e approfittarne immediatamente nel momento in cui appare un dead link come quello nella seguente immagine.

dead link wikipedia

 

In ogni caso a due anni di distanza dal caso Wiki-pr, non è ancora chiaro se le attività di vendita di link e contenuti sulla più grande enciclopedia online stiano continuando o meno. Se si fa una veloce visita al loro sito ci si accorge subito che le attività social sono bloccate, la pagina Facebook è inaccessibile mentre l’accesso ai tweet è ristretto. Però rispetto al 2013 sono state aggiunte le traduzioni in spagnolo e portoghese. Per chiarire ogni dubbio non ho potuto fare a meno di contattarli e porgli una semplice domanda..“Siete ancora vivi?”

wiki-pr-contatti

 

Mi risponderanno? Se si, vi racconterò..in ogni caso se avete consigli, novità in merito al caso Wiki-PR, semplici domande o anche se non siete d’accordo con ciò che ho scritto vi invito a commentare.

Hai trovato interessante questo articolo? Se si, dacci forza e coraggio…condividi ed iscriviti alla nostra newsletter!

La tua email (richiesto)

Cliccando su "Iscriviti" acconsentirai a ricevere aggiornamenti tramite email da Mia Nonna non lo capisce. La tua mail non sarà mai venduta (o ceduta in qualsiasi altra forma) a nessuno. Per qualsiasi altra informazione in merito al trattamento dei dati rimandiamo alla Privacy Policy.

The following two tabs change content below.

Vincenzo Calicchio

Web Marketing Manager con forte interesse verso l'Inbound Marketing e il posizionamento SEO. Mi affascina il funzionamento di Google e farei di tutto per capirne a fondo l'algoritmo. Ad oggi ho "lanciato" progetti web tra l’Italia, la Spagna e gli Stati Uniti. Tra le maggiori collaborazioni ci sono quelle con “The Singular Factory” (Software house di Miami, USA), il Cabildo (Governo insulare) di Fuerteventura (Isole Canarie, Spagna) ed il Venture Incubator per il Mezzogiorno 56CUBE. Attualmente in "Mia Nonna non lo capisce" Web Agency contribuisco al Marketing strategico di attività commerciali e Startup.

Contattaci per una consulenza gratuita...o per un caffè!

Sei interessato ai nostri servizi? Vuoi parlarci di una tua idea? Siamo disponibili ad ascoltarti con piacere...

Iscriviti alla Newsletter!


Se hai trovato interessanti i contenuti di questo blog, iscriviti alla mailing list di “Mia Nonna non lo capisce”! Sarai sempre aggiornato sui nuovi articoli e, soprattutto, sui contenuti speciali!

La tua email (richiesto)

Cliccando su "Invia" acconsentirai a ricevere aggiornamenti tramite email da Mia Nonna non lo capisce. La tua mail non sarà mai venduta (o ceduta in qualsiasi altra forma) a nessuno. Per qualsiasi altra informazione in merito al trattamento dei dati rimandiamo alla Privacy Policy.


logo mia nonna non lo capisce

CHIUDI