• +39 329 26 75 293
  • info@mianonnanonlocapisce.com

Web Marketing

Strategie di marketing digitale per hotel e strutture ricettive post emergenza

Alessia Carbone No Comments

I viaggi ed il turismo sono nel bel mezzo di una crisi senza precedenti e sono ovviamente moltissime le preoccupazioni sugli impatti sociali ed economici che si faranno sentire a medio-lungo termine. È evidente che l’industria alberghiera sia stata colpita duramente. E allora, quando parliamo di hotel marketing e strategie di comunicazione nell’ambito dell’hotellerie, la domanda a cui vogliamo rispondere è: “Cosa sarebbe più consigliabile fare in questo contesto di emergenza e nel post quarantena? “.

Hotel Marketing: come prepararsi alla ripresa

Il 2020 sarà un anno estremamente complicato da affrontare, il mercato sarà piatto e la ripartenza lenta. Il classico turismo, quello a cui siamo abituati a pensare e che in prima persona abbiamo contribuito a far “funzionare”, ha preso una piega piena di incertezze. 

È necessario, quindi, farsi trovare pronti e preparare un piano d’azione efficace per evitare la paralisi e per trasformare la crisi in opportunità. Ci sono accorgimenti utili che albergatori e professionisti dell’hospitality possono applicare già da ora per prepararsi al meglio alla ripresa.

Bisogna considerare che il marketing che si intraprenderà nei prossimi mesi sarà probabilmente molto diverso da come è stato pianificato finora. La crisi sta costringendo le aziende a rivalutare molti aspetti del loro operato per il prossimo futuro e le loro strategie di comunicazione digitale.

Hospitality Marketing: cosa fare per rivedere i piani di comunicazione

Hospitality Marketing: la nuova comunicazione per strutture ricettive

Occorrerà, quindi, creare nuovi obiettivi per reagire a questo momento difficile, concentrandosi sul content marketing attraverso azioni mirate, riadattando i propri piani commerciali e di comunicazione.

Cosa fare quindi in fase di crisi per spingere la propria comunicazione digitale e la propria attività ricettiva?

È essenziale:

1. Essere presenti sul Web, in particolare sui Social Network

Rafforza la tua visibilità sui Social Network per favorire l’interazione, coinvolgere gli utenti e farti sentire presente. Approfitta del fatto che il tempo trascorso sui social media è aumentato in modo significativo per restare connesso con i clienti di sempre e con i potenziali clienti futuri.

Comunica che sei operativo e disponibile a rispondere a qualsiasi dubbio o domanda. È un momento particolare in cui si viaggia e ci si lascia ispirare ancora più del solito in modalità DIGITALE: attenzione quindi a farti trovare sempre attivo all’interno delle reti sociali.

2. Spingere una comunicazione rassicurante

Mantieni una connessione digitale con i clienti attuali e con i potenziali nuovi contatti utilizzando il Web per spingere una comunicazione ottimistica e rassicurante.

La parola d’ordine in questo contesto è: empatia. Resta, quindi, sensibile nei toni producendo contenuti indirizzati a rasserenare.

3. Offrire garanzie in termini di igiene e sicurezza

Oggi più che mai il turista cerca rassicurazioni, occorre quindi plasmare le tue azioni di marketing in quest’ottica puntando soprattutto sui benefici, le garanzie complessive e i protocolli di sicurezza che la tua struttura sarà in grado di offrire post emergenza.

I turisti cercheranno igiene, pulizia, salute e distanziamento sociale, aspetti sui quali occorre lavorare fortemente per poter promuovere adeguatamente la tua attività. Devi far sì che l’ospite si fidi, si affidi ed abbatta il muro della paura e della diffidenza dovuta al contesto attuale. Devi comunicargli che da te potrà sentirsi al sicuro.

4. Creare interesse intorno alla tua attività

Proprio in quest’ottica è fondamentale intensificare il marketing incentrato sulla consapevolezza del tuo marchio, creare interesse intorno a tutto quello che si potrà fare nella tua struttura e intorno ai servizi di cui l’ospite potrà usufruire in completa sicurezza.

Hotel Marketing: creare interesse intorno alla tua attività

Fornisci, quindi, informazioni chiare e aggiornate su come la tua struttura ricettiva sta affrontando concretamente gli impatti del virus ed utilizza il content per fare in modo che il tuo brand resti rilevante nella mente dei turisti in modo latente: con molta probabilità, saranno più propensi a sceglierti quando saranno pronti – e soprattutto quando sarà loro permesso – di poterlo fare.

5. Garantire una politica di cancellazione flessibile

Disponi di un piano d’azione chiaro per stabilire un rapporto solido con i potenziali ospiti basato sulla fiducia. Come? Incoraggia le prenotazioni a medio lungo termine garantendo una politica di cancellazione flessibile almeno per i prossimi sei mesi a venire o, ancora meglio, fino alla fine dell’anno. Consenti loro di poter modificare la prenotazione offrendo dei voucher per date di viaggio flessibili.

6. Agire in modo etico

Ridimensiona l’autopromozione e rendi il tuo marketing adeguato alla situazione comunicando con responsabilità e trasparenza. Le persone non si affideranno ai marchi e alle aziende che in tempi di emergenza hanno fatto marketing in modo inappropriato e li hanno bombardati con offerte poco etiche.

Importantissimo rispondere, quindi, alle preoccupazioni e ai desideri degli utenti ed attingere ai temi attuali senza utilizzare la crisi per farsi pubblicità. Occorre prestare attenzione a non essere invadenti né insistenti ma accoglienti e sensibili.

7. Preparare un piano d’azione per differenziarsi

Fatti trovare pronto e gioca d’anticipo per preparare la crescita futura. L’obiettivo fondamentale è quello di differenziarti per poter restare rilevante, dal momento che il mercato sarà piatto e per ripartire con una marcia in più rispetto alla concorrenza dovrai essere più veloce e reattivo al cambiamento.

Fondamentale, quindi, reinventarsi e diversificare il proprio prodotto adattandolo al contesto e in particolare alle normative e alle misure vigenti relative al settore dell’hôtellerie.

8. Lavorare su nuovi pubblici ed iniziare a valutare nuovi target e nuovi mercati

Durante questo periodo sarà ancora più importante affinare il pubblico di riferimento, cercare nuovi clienti/turisti, potenziali target e segmenti nuovi a cui rivolgersi.

Affinare, quindi, le ricerche per identificare un nuovo mercato che potrebbe essere più propenso a muoversi: le generazioni più giovani e i cosiddetti millennials, probabilmente più pronti a ritornare a viaggiare, i turisti spinti da motivazioni come relax e benessere (turismo wellbeing), scoperta della natura (turismo outdoor). Senza dimenticare il turismo familiare interregionale e il:

  • Mercato locale: ossia il segmento di turisti e visitatori che vivono ad un’ora, un’ora e mezza di distanza dalla destinazione di riferimento – che viaggiano in auto (il mezzo di trasporto avvertito come più sicuro).
  • Mercato domestico: da tre a cinque ore di percorrenza dalla destinazione di riferimento.

Web Marketing per Hotel: progettiamo insieme il tuo post-emergenza!

Dalle grandi catene ai piccoli B&B, ricorda che dovrai riadattare al meglio i tuoi messaggi pubblicitari quando l’emergenza Covid-19 sarà finita. Quello di cui hai bisogno è un servizio di Copywriting adeguato, persuasivo e pertinente al momento specifico che stiamo vivendo.

Possiamo aiutarti a riprendere in mano l’attività di promozione dei tuoi servizi e a valutare la strategia di comunicazione più calzante alle tue esigenze!

1

Contattaci per una consulenza gratuita...o per un caffè!

Sei interessato ai nostri servizi? Vuoi parlarci di una tua idea? Siamo disponibili ad ascoltarti con piacere...